GLI INSAPONIFICABILI DELL'OLIO D'OLIVA

L'olio d'oliva, un alleato storico

Probabilmente avete sentito dire dai vostri nonni che l’olio di oliva è un ottimo alleato sia per la preparazione di ottimi piatti che per la bellezza della vostra pelle, ed è anche probabile che lo usassero in mille rimedi casalinghi.

Se volete approfondire uno degli aspetti che rende questo olio tanto prezioso probabilmente vi sarà utile leggere le righe che seguiranno.

Mettetevi comodi, cominciamo da lontano e scopriamolo insieme nel modo più semplice possibile …

L’ulivo è una pianta da frutta che ha, da tempi antichi, accompagnato la vita dell’uomo. È da sempre simbolo della terra e della sua fertilità. Si trova spesso nominato in molti testi sacri e a seconda delle religioni diventa simbolo di pace, di giustizia, rinascita e sapienza.

Anche lontano dalla religione è stato storicamente utilizzato dai popoli con mezzo di riconoscimento a chi si contraddistingueva; lo usavano i romani per farne corone da porre sulle tempie dei personaggi più valorosi, così come i greci le ponevano sugli atleti migliori che partecipavano alle Olimpiadi, quest’ultimi, a conferma del forte significato simbolico dell’ulivo, ricevevano inoltre un’ampolla d’olio.

Il frutto dell’ulivo è l’ oliva, una drupa cioè un frutto con nocciolo. La forma è elicoidale e il colore varia in base al grado si maturazione e va dal verde al nero passando per una tonalità rosso porpora. 

Partendo dallo strato più esterno è così costituita :
  • epicarpo , parte esterna sottile e trasparente
  • mesocarpo, parte polposa del frutto che ne rappresenta la percentuale di peso maggiore
  • endocarpo, o nocciolo, parte rigida di protezione del nucleo più interno
  • seme , o mandorla, parte più interna del frutto

Come si ricavano gli insaponificabili dell'olio d'oliva

Dalla spremitura delle olive si ottiene l’oro liquido della madre terra, l’olio d’oliva. Vero piacere per il palato e per l’olfatto a causa della presenza dei polifenoli che ne danno il profumo tipico.

Con il suo caratteristico colore giallo dorato, l’olio d’oliva che si può dire composto da due parti :

  • la SAPONIFICABILE, composta da una miscela di trigliceridi e che rappresenta il 98-99% del composto totale
  • l’INSAPONIFICABILE, un insieme di composti che rappresenta una percentuale molto bassa del composto totale, circa 1-2%.

Entrambe le parti sono molto preziose e hanno caratteristiche importanti per l’utilizzo umano. Vediamo le differenze!

La prima parte, la SAPONIFICABILE, è la parte che, opportunamente lavorata, può essere trasformata in saponi.

La seconda parte, al contrario, detta appunto INSAPONIFICABILE, è la frazione di olio che, anche se trattata con una base chimica forte , come ad esempio la soda caustica, non si trasforma in sapone. É composta da:

  • idrocarburi,
  • tocofenoli,
  • composti fenolici,
  • alcoli,
  • steroli,
  • pigmenti colorati
  • elementi secondari.

Le proprietà degli insaponificabili dell'olio d'oliva

Il primo a studiare gli effetti benefici sulla pelle degli insaponificabili dell’olio d’oliva su il dermatologo Bruce H.Thiers tra gli anni ’60 ed ’80. Utilizzò queste sostanze per il trattamento di pazienti affetti da malattie legate all’alterazioni delle proteine costituenti del derma, il collagene e l’elastina.

Da allora gli insaponificabili hanno trovato ampio utilizzo nel campo della cosmesi e della dermatologia.

Vengono infatti utilizzati per il trattamento di eczemi, dermatiti allergiche o atopiche, pelli secche o sensibili. Grazie alle loro proprietà rivitalizzante, riparatrice e antiossidante vengono spesso anche utilizzate per migliorare l’aspetto delle pelli mature per ridurre le rughe.

Un diminuzione di collagene nella pelle implica una corrispondente diminuzione di compattezza e tonicità ma qui ecco che arriva in nostro soccorso questa piccola frazione dell’olio d’oliva.

Essa infatti è in grado di aiutare a invertire il senso di marcia!

Un aspetto fondamentale degli insaponificabili è la loro capacità di stimolare il collagene naturalmente prodotto dalla nostra pelle.

É preferibile infatti l’auto produzione da parte del nostro corpo che l’applicazione di uno esterno poiché questo, che in genere ha un peso molecolare tale da non rendere possibile l’assorbimento da parte della barriera cutanea. Questo implica che il suo effetto rimane solo superficiale. La produzione indotta dagli insaponificabili dell’olio, al contrario , permette di rendere disponibile alla pelle un collagene perfettamente compatibile che permetterà di idratare i tessuti dall’interno migliorandone non solo l’aspetto ma anche l’elasticità, la resistenza e la struttura.

In ultimo, gli insaponificabili dell’olio d’olivo hanno azione fotoprotettiva e la capacità di ridurre i danni provocati dai radicali liberi causati dai raggi UV ed è per questo che sono spesso utilizzati per le creme solari

Puoi trovare gli insaponificabili dell’olio d’oliva in molti nostri prodotti!

Le informazioni riportate non sono consigli medici. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico